Responsabilità medica

 

Il tema della responsabilità in cui possono incorrere il medico e gli altri operatori sanitari nell’esercizio della loro professione comprende la problematica della cosiddetta malpractice, ossia delle negligenze, degli errori e delle inefficienze del personale sanitario che possono cagionare morte o lesioni dei propri pazienti ma anche quello dei falsi (ad esempio nella compilazione delle cartelle cliniche) o di accuse di esercizio abusivo della professione medica.

Il nostro Studio si è occupato, con successo, di numerosi casi di colpa professionale e di imputazioni per omicidio colposo o lesioni personali colpose, approfondendo i tema del nesso di causalità tra la condotta del personale sanitario e l’evento dannoso subito dal paziente, nonché quello della responsabilità omissiva.

Abbiamo seguito, con successo, processi penali legati a presunte irregolarità nell’esercizio dell’attività medica in regime di convenzione e, quindi, con contestazioni di reati come la truffa, il falso e addirittura l’associazione a delinquere con applicazione di misure cautelari personali e reali e contestazioni sulle modalità di attribuzione dei codici DRG ed applicazione dei LEA.

La difesa in campo medico e sanitario impone costante attenzione alla continua evoluzione giurisprudenziale e l’affinamento della capacità di “tradurre ed esporre”, in termini comprensibili ed utili nel mondo giuridico, questioni tecnico-mediche spesso misconosciute o male interpretate.

Inoltre, deve essere costantemente aggiornata ed affinata l’elaborazione di linee difensive supportate da corredo documentale e scientifico selezionato ed organizzato. Tutto ciò, per interloquire proficuamente con consulenti tecnici e con medici-legali, per esaminare e contro-esaminare testi e consulenti propri ed avversi; per redigere memorie persuasive che prospettino in modo convincente questioni medico-legali, giuridiche e difensive.

Pochi altri “settori” del diritto implicano una così stretta convivenza e sinergia tra giurisprudenza civile e penale, sicché è indispensabile per la conoscenza della materia, oltre alla cognizione diritto e procedura penale anche della giurisprudenza civile in materia.